spacer.png, 0 kB
Home Page arrow Notizie arrow Ultime arrow VITALI VS/ OZLU
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
VITALI VS/ OZLU PDF Stampa E-mail

Image Image

 

Per vari motivi, ero convinto che non sarebbe più riuscita a salire su di un ring, troppi casini troppi impegni di lavoro... e una vita che è la controfigura del caos. Ma invece rieccola, dopo due anni di stop (l'ultimo match due primavere fa contro Francesca Spagnoli) risalire sulla pedana, senza nemmeno troppa cautela, in una serata notevole come il Jesolo Fight Night, e contro una francese per giunta; in questi due anni le sedute d'allenamento sono state veramente relative. Ma sotto questo punto di vista nulla di nuovo! quindi pronti, via! IL MATCH L'avversaria, Neziah Ozhlu, francese di Lione del noto Team Nasser (di cui fa parte anche l'ottimo Abdalla Mabel) molto giovane, ma con più match all'attivo, ha provato da subito ad attaccare con pugni in linea e calci in linea bassa, ma veniva "contrata" diverse volte dai middle kick dell'italiana ed anche da alcuni forti pugni che le sparavano la testa all'indietro. Vista l'innefficacia della sua azione calcio-pugno la Ozhlu ha provato con il clinch... ma qui è saltata direttamente dalla padella alla brace, visto che quello è il terreno prediletto di Slavka. Infatti il match è divenuto a senso unico ed alla fine il verdetto unanime dei giudici premiava l'italiana. Una nota di disappunto: ogni volta, ogni dannata volta, il match ci viene proposto con le ginocchiate al volto e 20 minuti prima (non per modo di dire) ci dicono "spiacenti gli avversari rifiutano".. K1, K1 Max, K1 Geppett, ma qualcuno la vuol fare ancora la Muay Thai con il regolamento integrale?? ed erano entrambe classe A!. Preparare un match con le ginocchiate al viso NON è come preparare un match senza, più chiarezza e coerenza, grazie. 

Flavio Monti

 

 

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Copyright © 2008 - Designed by Team Teach srl spacer.png, 0 kB